Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
domenica 19 novembre 2017 ..:: Parte Settima ::..   Login
Navigazione Sito

 Milano Hi Fidelity 2017 - Autunno - Parte Settima Riduci

FLETCHER & MUNSON - SUITE 113

Di questo "Model T" produzione Fletcher & Munson, azienda dal nome che evoca le note curve isofoniche, avevamo già parlato in occasione dell'edizione primaverile della mostra di Zaini. Siamo in autunno, le specifiche tecniche di questo floorstanding della serie Orator sono rimaste immutate, è cambiata invece la veste estetica, più ricercata ed elegante: un bel nero "piano black" laccato che non avrà alcun problema a inserirsi nei salotti domestici. Nella sostanza, si tratta di una torre a due vie con crossover a topologia Linkwitz-Riley e azione progressiva. La cella dedicata al tweeter è del quarto ordine, a circuitazione interamente bilanciata e separata da quella del woofer. Gli altoparlanti impiegati in questo sistema Bass-Reflex sono un woofer da 8" con membrana in polpa di cellulosa e sospensione in gomma, abbinato a un tweeter da 1,1" con cupola in seta trattata, supporto e bobina mobile in alluminio e magnete in Neodimio.

Amplificatore integrato stereo Yba Passion 100 Intègrè.
Pilotava validamente in sala la coppia di Orator Model T. Pregevole la timbrica di questo due vie, analitica e lucida in ogni gamma di frequenze.

 

 

GOLD NOTE - SUITE 116

Cuore dell'impianto (interamente Gold Note) presentato dal marchio fiorentino era l'IS-1000, un "All-in-One" definito "Il superintegrato". Sorgente analogica il giradischi Pianosa e i nuovi diffusori XT-7. Molto gentile e disponibile a spiegazioni, come d'altronde la stragrande maggioranza degli operatori da me intervistati, il titolare della ditta.

Giradischi Gold Note Pianosa.
Ultimo nato analogico della casa, s'inserisce immediatamente al di sotto del modello "Giglio" facendo da "trait d'union" fra la fascia d'ingresso e la più elevata. Era equipaggiato dalla testina Donatello Gold, MC a bassa uscita (0,5 mV) con corpo in duralluminio e magnete in Samario-Cobalto. Il Pianosa è un bellissimo oggetto, rifinito alla perfezione, con plinto in legno di noce massello modellato in forma curvilinea a garantire una notevole rigidità e controllo delle vibrazioni. A questo viene aggiunta una lastra in MDF da 20 mm di spessore, rinforzata con una lamina Inox da 3 mm per il raggiungimento di una massa elevata. Molto sofisticato il motore, sincrono a 12 V e pilotato da alimentazione proprietaria gestita da un micro-controllore, sviluppato con l’ausilio di un convertitore audio e un micro-processore Quadral-Core.

Diffusore Gold Note XT-7.
La sua estetica raffinata non tradisce l'orientamento del marchio, volto a produrre oggetti esteticamente non banali, come non ordinarie sono le soluzioni tecniche implementate. Il cabinet è rinforzato con pannelli di legno accoppiati, progettati per minimizzare le risonanze. La ripartizione dei volumi interni prevede tre camere, quella dedicata ai bassi è accordata con il reflex posteriore, impiegante un condotto in alluminio con flangia svasata tornita dal pieno, mentre quella dei medi è in sospensione pneumatica e utilizza materiale fonoassorbente differenziato. Di alto livello la componentistica, a partire dai trasduttori per finire con i passivi del filtro crossover "Dual Slope", che sono Mundorf e Clarity. Non da meno sono i trasduttori. Il tweeter è un AMT ultra lineare con retrocamera sigillata in un volume separato, disaccoppiato dal pannello frontale tramite elastomero per limitare la trasmissione delle vibrazioni alla membrana. Midrange e woofer sono realizzati in collaborazione con la Seas, entrambi hanno i coni in polipropilene ricotto intrecciato, il rifasatore in alluminio controlla la dispersione alla frequenza d'incrocio e ha benefici sulla temperatura del sistema grazie a un più efficace smaltimento del calore prodotto. Il cestello del midrange è realizzato tramite MiM (Metal Injection Moulding), con un disegno che consente un migliore controllo del flusso d’aria per ridurre le turbolenze.

Preamplificatore Phono MM/MC Gold Note PH-10.
Permette di scegliere tra sei curve diverse di equalizzazione, ben nove livelli di carico (10Ω, 22Ω, 47Ω, 100Ω, 220Ω, 470Ω, 1000Ω, 22KΩ, 47KΩ) e quattro di guadagno (-3 dB, 0 dB, +3 dB, 6 dB) per selezionare al meglio il livello di uscita in funzione della testina adoperata.

"All-in-One" Gold Note IS-1000.
Forse la novità più interessante della Suite 116. Di pregevole fattura sin dall'involucro, un curatissimo telaio in alluminio spazzolato, realizzato per evitare vibrazioni e interferenze magnetiche. Il fatto di essere un amplificatore integrato con DAC, preamplificatore Phono e streamer, lo rende particolarmente versatile e pienamente autosufficiente. Con l'IS-1000 è possibile riprodurre musica da Tidal, Qobuz, Deezer e Spotify e navigare tra le stazioni radio Web con V-Tuner, senza necessità d'interfacciamento con un PC o un server. Per l'adeguato pilotaggio dei diffusori è previsto un amplificatore integrato stereo a Mosfet in classe A/B da 125/250 Watt su carico di 8/4 Ohm per canale, dotato di tecnologia DF (Adjustable Damping Factor), non manca il Pre Phono MM/MC mentre il convertitore D/A è basato su IC BurrBrown (PCM1796 - PCM1792A). Grazie ai sei ingressi digitali e ai tre analogici è assicurata una completa connettività.

 

 

HI FI - REAL SOUND - SUITE 103

La realtà legnanese di Hi Fi Real Sound esiste sin dall'anno 2000, nata dalla passione del titolare Enzo Buonsanto per tutto ciò che riguarda la musica e quello che serve per riprodurla correttamente nell'ambito domestico. La sua trentennale esperienza gli ha consentito di seguire tutti gli sviluppi dell'alta fedeltà, anche nelle sue varianti Audio/Video con i nuovi televisori e videoproiettori. Non esclude dal suo ambito d'interesse pure l'audio professionale con una varietà di prodotti live e per Dj.

Nella piccola Suite 103 un buon numero di elettroniche e diffusori. Dei due mobili portaelettroniche, il sinistro accoglieva il giradischi Clearaudio Concept, l'amplificatore integrato stereo Sugden A21SE Signature, streamer Lumin D1. Sul destro, i caratteristici Ulix IBR100, amplificatori finali ibridi mono a valvole, Network Player Cambridge Azur 851N e amplificatore integrato stereo Sugden A21 Prestige Anniversary LE. Tre le coppie di diffusori esposte: Ulix Audio Lucrezia (agli estremi), Vienna Acoustics Mozart Grand Symphony Edition e Davis Acoustics Cezanne HD.

 

 

HI FI 4 MUSIC - AYON AUDIO ITALIA - SUITE 118

I fratelli Sopegno sono noti per essere dei raffinati allestitori di sale, questa loro attitudine si esplicita anche in un ambiente relativamente piccolo come la Suite 118, dove, in un clima ad alta suggestività si potevano ascoltare i diffusori Magico S1 Mk II. Tutte Ayon Audio le elettroniche: network-player/preamplificatore S-10, lettore CD/SACD CD-35 S, i sontuosi amplificatori finali di potenza Epsilon. Particolarmente nutrita l'accessoristica, con le basi e i piedini Terra Acoustic e i correttori acustici Sonitus Acoustics. Cablaggio Kimber Cable.

Le elettroniche Ayon Audio

Diffusori Magico S1 Mk II.
C'è chi preferisce la luce verdognola e chi, come in questo caso, la blu intensa. Il diffusore "cromaticamente virato" che vediamo è un modello a due vie del prestigioso marchio americano, molto particolare nella costituzione fisica, un cabinet monoscocca costituito da un unico pezzo di alluminio estruso di notevole spessore. È supportato internamente da un'innovativa tecnica di rinforzo, con materiali di smorzamento avanzati e colle che minimizzano le risonanze e massimizzano la rigidità e stabilità strutturale. Una nuova massiccia piastra superiore è lavorata in un'elegante forma convessa 3D per ridurre al minimo la diffrazione della parete e le onde stazionarie verticali di "break-Up". Speciali sono anche i due trasduttori che l'equipaggiano: un tweeter da 2,54 cm con cupola in berillio rivestito di diamante e un mid-woofer da 17,78 cm con membrana in Graphene Nano-Tec. La sensibilità di questo sistema è di 86dB/W/1m.

 

 

HI FI CLUB - OZ SOUND - SUITE 122

Un felice gemellaggio quello tra HiFi Club OZ Sound. Il primo è uno storico negozio milanese che resiste strenuamente all'e-commerce, nato dalla passione del titolare Nicola Malerba nel 1968 e oggi portato avanti dalla figlia Marinella. La sua evoluzione nel tempo è stata costante: dall'antica sede di Corso Lodi, 65, arriva negli anni '80 a possedere tre sale d’ascolto in cui era possibile scegliere tra sessantaquattro coppie di diffusori esposti e collegati. L'evoluzione tecnologica e di mercato, però, ha richiesto nuovi spazi per l'Home Theater, così HiFi Club trasloca nella nuova sede in Viale Bacchiglione, 26 dando vita alla Uniaudio SRL, realtà che racchiude sia il negozio che il laboratorio. OZ Sound è invece nasce con l'ambizione d'importare nel nostro paese prodotti Hi End di altissima qualità ed essere il distributore ufficiale di marchi leader nel settore come Acrolink, Air Tight, Audionet, Jelco, Koetsu, Nanotec, Scheu Analog e Zellaton. La sua filosofia è chiara: con l'aiuto di esperti essere a disposizione dell'appassionato per consigliare, fornire e assemblare tutti gli elementi necessari a un'esperienza sonora indimenticabile.
Frutto di questa collaborazione era l'impianto suonante nella suite dedicata: Giradischi Transrotor Leonardo 40/60 TMD, amplificatore integrato stereo Audionet "Watt" da 167 Watt di potenza per canale su 8 Ohm, il CD Player Audionet Plank con l'alimentazione separata "Ampere", sempre della Audionet, e music server Digibit Aria. Diffusori Sonus Faber Serafino Tradition.

Giradischi Transrotor Leonardo 40/60 TMD

 

 

IL CENTRO DELLA MUSICA - SALA AURORA

 

Aurora Suite, il suo grande spazio era riservato in quest'edizione a Il Centro della Musica, spettacolare negozio sito a Legnano in Via Bologna 11. Tante sedie da regista etichettate "B&W - Bowers & Wilkins" a disposizione del visitatore per godersi l'impianto suonante, di livello davvero stratosferico. Attorno c'era una miriade di oggetti che, dinanzi a cotanto setup, rimanevano in religioso silenzio, comprese le nuove serie B&W 700 S2 e 800 D3, presentate per l'occasione. Le annoterò in buona parte, da certosino reporter.

L'impianto sotto i riflettori: sorgente analogica il giradischi Kronos Sparta, sorgente digitale il lettore CD/SACD Esoteric K-01 X BR Serie Limited Edition. Amplificazione CH Precision (preamplificatore/DAC C1, stadio Phono "Dual Monaural" P1, amplificatore finale di potenza stereo A1). Diffusori le straordinarie B&W 800 D3.

Le sorgenti ed elettroniche dell'impianto. Tra queste, il nuovo marchio svizzero CH Precision si occupava di dare corrente alle 800 D3.

Diffusore B&W 800 D3.
Ammiraglia della serie omonima, è un concentrato di esperienza e capacità tecnologiche difficile da eguagliare. Tre vie Bass-Reflex, monta due woofer da 250 mm con membrana Aerofoil, il celeberrimo midrange FST da 150 mm con membrana Continuum e cupola centrale antirisonanze, inserito nella nuova testa a turbina realizzata in singolo blocco di alluminio, un tweeter da 25 mm con cupola in diamante e alloggiamento in alluminio pieno, montato in aria libera.

All'interno, la nuova struttura Matrix in legno multistrato e metallo. Predisposto per bi-wiring, può essere pilotato con potenze da 50 a 1000 Watt. Tecnologia "Flow Port System". Il mobile è in legno a struttura inversa mentre la base è formata da un unico blocco di alluminio con ruote e punte integrate.

Laccato nero con griglia nera, satinato bianco con griglia grigia o palissandro con griglia nera le finiture a disposizione del cliente.

Iniziamo la carrellata di prodotti esposti con questa macchina lavadischi a ultrasuoni KLAudio KD-CLN-LP200.

Una foto panoramica in cui è rappresentata buona parte delle serie 800 e 700 di B&W.

Amplificatore integrato stereo Nu-Vista 800 (a sinistra) e lettore CD e DAC Nu-Vista CD.

Un'accoppiata Copland: amplificatore integrato stereo a valvole CTA 405-A (a sinistra) e amplificatore finale stereo a valvole CTA 506.

Elettroniche Musical Fidelity.
Da destra, network audio streamer M6 Encore 225, lettore CD e DAC M6scd (in alto), amplificatore integrato stereo M5si, lettore CD e DAC M3scd e amplificatore integrato stereo M3si.

In quest'ampia rassegna ora tocca alle elettroniche Primare, qui rappresentate dal lettore CD CD22 (in alto a sinistra), amplificatore integrato stereo I22, lettore CD CD32, amplificatore integrato stereo I32. In fondo s'intravede il network audio internet radio player NP30.

Diverse elettroniche Rotel.
Cominciamo a elencarne i nomi da destra, con il preamplificatore stereo RC-1572 (in alto), degno compagno dell'RB-1582 MKII, amplificatore finale stereo da 200 Watt per canale in classe A/B. Non meno valida è l'accoppiata che segue, RCD-1572 e RA-1572, rispettivamente CD Player e amplificatore integrato stereo da 120 + 120 Watt a circuitazione Dual-Mono. Delle serie "minori" gli apparecchi che si succedono, tra cui il sintonizzatore DAB (Digital Audio Broadcasting) e l'amplificatore integrato stereo A14.

In un cantuccio della Suite Aurora si consumava una strana "promiscuità" tra elettroniche di piccolo e grande cabotaggio.
Agli estremi possiamo vedere le piccole del marchio Pro-Ject, noto fautore della Micro-Hi Fi. A destra (in alto) vediamo il music streamer client Stream Box RS con sotto il convertitore D/A DAC Box RS mentre a sinistra ci sono il preamplificatore stereo a valvole Pre Box RS Digital e il Power Box RS Amp, stadio di alimentazione lineare dedicato all'Amp Box RS, Amp Box RS Mono, Amp Box DS, Amp Box DS Mono e Stereo Box RS. Sostituisce l'alimentatore di serie in questi prodotti facendone raddoppiare la potenza di uscita. Al centro gli altolocati apparecchi Esoteric. Sui ripiani superiori due oggetti di colore nero, il lettore CD/SACD K-03X (a sinistra) e l'amplificatore integrato stereo in classe A reale F-03A. In basso a sinistra vediamo un altro F-03A affiancato dal lettore CD/SACD K-07X.

Il preamplificatore stereo a valvole Pro-Ject Pre Box RS Digital e l'alimentatore lineare Pro-Ject Power Box RS Amp.

Altri quattro oggetti dell'austriaca Pro-Ject, in perfetto stile Micro, vale a dire di minima invasività anche negli ambienti domestici più piccoli. Non lasciatevi ingannare dalla loro apparenza inoffensiva perché sono apparecchi seri, ottimamente progettati e costruiti ma soprattutto ben suonanti. Da destra: stadio fono MM/MC Phono Box S, preamplificatore stereo digitale con convertitore D/A Pre Box S2 Digital, finale di potenza stereo Amp Box S2 e lo Stereo Box S2, amplificatore integrato stereo dalla potenza di 2x34 Watt su 8 Ohm e 2x43 Watt su 4 Ohm.

Giradischi Pro-Ject RPM 10 Carbon

Stanchi dei giradischi monocolori? Eccone una bella serie dedicata ai mitici Beatles, dal nome "The Beatles Record player 1964 Limited Edition" e disponibile in soli 2.500 esemplari al prezzo di 650 euro. Basati sul modello Debut Carbon DC Esprit SB, riportano sulla base la riproduzione di alcuni biglietti e brochure originali dei concerti che i Beatles tennero in tutto il mondo nel periodo 1964 - 1966. Vengono venduti già completi di un'ottima testina Ortofon M2 Red già montata.

 

 

IL TEMPIO DEL SUONO - SUITE 121

Il Tempio del Suono è un altro di quei grandi negozi lombardi in cui è possibile trovare di tutto e di più, dall'impiantino "desktop" ai megasistemi milionari da sogno. Sono recentemente stato nella loro nuova sede di Lissone, dove si è svolta un'interessante mini mostra di Hi Fi. Il negozio nasce dall'idea del titolare Riccardo Martignano, con l’intento di coniugare la propria passione alla sua professione. Martignano è persona di lunga esperienza essendo Direttore Editoriale da quasi un decennio su riviste nel settore dell'arte e dell'orologeria. Sulla scorta delle sue competenze ha poi deciso di ampliare la sua attività con un negozio di Alta Fedeltà.

Al Milano Hi Fidelity 2017 versione autunnale presentava un pregevole impianto con elettroniche Moon (meccanica di trasporto CD con DAC opzionale 260D e amplificatore integrato stereo 340i) insieme a elettroniche Accuphase (CD Player DP-430 e amplificatore integrato in classe A E-600). Diffusori una pregevole coppia di Avalon Acoustics Ascendant.

Le elettroniche Moon e Accuphase

Una vecchia gloria "Reel-to-Reel", lo Studer A810, vera gioia per gli occhi e per le orecchie.

 

 

IMPORT AUDIO - SUITE 114

Nel nostro paese Import Audio è sinonimo di trasduzione elettrostatica a prezzi umani, applicata sia ai diffusori che alle cuffie. Fedele al marchio King Sound, tratta diffusori elettrostatici ibridi e Full Range nonché una completa gamma di cuffie ESL formata dai modelli KS-H02, KS-H03 e KS-H04, affiancata da ottimi amplificatori per cuffia. Di recente al catalogo si sono aggiunti i cablaggi Luminous Audio Technology e il diffusore a resto quadratico per il trattamento acustico dell'ambiente Acoustic Environment DRQ13. L'impianto presentato dall'amico Dario Dragoni era formato da un registratore a bobine (una delle sue grandi passioni) Digitec F500, un lettore CD Norma, amplificazione AAS (preamplificatore ibrido M1 e finali di potenza monofonici M200), al centro della scena due pannelli ESL Full Range Prince III, dalla grande accuratezza di riproduzione e ferrea coerenza timbrica. Un bel sentire, sempre e comunque.

Registratore "Reel-to-Reel" Digitec F500

Prodotti King Sound per cuffiofili.
Da sinistra, amplificatore valvolare per cuffia M-20, cuffia KS-H02, amplificatore M 03 e cuffia top di gamma KS-H04, amplificatore M-10 e cuffia KS-H03.

Una bella custodia da "viaggio" con l'amplificatore M-10 e la cuffia KS-H03.

Accanto a oggetti modernissimi, quest'anno la Import Audio ha voluto dedicare un angolo della Suite 114 alla storia della riproduzione, esponendo alcuni cimeli storici, originali e ancora funzionanti. Dai grammofoni a cilindro a quelli con il diffusore rovescio a espansione, reperti di rara suggestione che ricordano le radici dell'alta fedeltà.

Alfredo Di Pietro

Segue alla Parte Ottava...


 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation