Cerca English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
domenica 19 novembre 2017 ..:: Parte Ottava ::..   Login
Navigazione Sito

 Milano Hi Fidelity 2017 - Autunno - Parte Ottava Riduci

LP AUDIO - DIMENSIONE HI FI - SALA ACQUAMARINA

Oltre che nella Sala Ametista del Piano 0, la LP Audio di Luca Parlato esponeva un impianto non meno interessante nella Acquamarina. Protagonisti i diffusori da stand Ocean Way Eureka e coprotagoniste (si fa per dire) le straordinarie elettroniche Viola: amplificatore integrato stereo Chorale, amplificatore finale di potenza Symphony, sorgente il Precision MDSD SA-CD Player Accuphase DP-720. Di fronte a oggetti di tale raffinatezza non si poteva certo trascurare la qualità della corrente, ecco allora partecipare al setup il condizionatore/isolatore di rete toroidale Torus Power.

Amplificatore integrato stereo Viola Chorale

Amplificatore finale di potenza stereo Viola Symphony.
Dalle sopraffine qualità soniche, come d'altronde tutta la produzione del marchio americano, è in grado di erogare 200 Watt per canale su 8 Ohm e 400 Watt su 4 Ohm, che salgono rispettivamente a 400 Watt e 800 Watt nella configurazione a ponte. Dichiarata una THD inferiore allo 0,25% e 0,5% (8 e 4 Ohm) alla massima potenza e con entrambi i canali in funzione.

Ocean Way, vera novità della sala, così come le Elac Adante nell'Ametista. Anche se praticamente sconosciuto qui in Italia, questo brand non è certo l'ultimo arrivato. Il progettista di questi sistemi Ocean Way Audio è Allen Sides, pluripremiato ingegnere/produttore e proprietario dello studio, fin dall'età di tredici anni audiofilo e musicista. La gamma di prodotti Ocean Way Audio è il culmine di quasi quarant'anni di esperienza nella progettazione di sistemi d'altoparlanti ad alta risoluzione. Fra le sue esperienze ci sono un'ampia gamma d'installazioni commerciali e studi di registrazione.

Diffusore Ocean Way Audio Eureka.
Ha sfoderato in sala un suono molto interessante, veloce e trasparente la gamma media, controllato il basso. Si tratta di un due vie da stand Bass-Reflex che monta un tweeter da 12 con cupola in seta raffreddato a ferrofluido e un woofer da 8" con membrana in alluminio. Notevole la risposta in frequenza, 35 Hz - 24 kHz +/- 3 dB. Sensibilità di 87,5dB/2,83V/1m.

Un controllo "Contour" sulla placca portacontatti consente di regolare il livello del tweeter.

Capita nelle mostre audio, purtroppo non frequentemente, di ascoltare musica raffinata come questi "Pièces de violes" di François Couperin. Quando poi la registrazione è eccellente, come in questo caso, c'è modo di conciliare a perfezione amore per la musica e per l'alta fedeltà. Non resta che da fare un plauso al "Dj"...

In esposizione statica al momento del mio ingresso in sala, c'erano lungo la parete laterale sinistra i diffusori German Physiks HRS 120 insieme a elettroniche Accuphase.

Elettroniche Viola.
Da sinistra, il preamplificatore "Cadenza" con la sua unità di alimentazione e due amplificatori finali di potenza monofonici "Forte". I Forte sono finali compatti, sviluppati a partire dalle circuitazioni usate per i modelli Symphony e Bravo. Erogano 75 Watt su 8 ohm e 150 Watt su 4 ohm, con la possibilità di mettere due unità a ponte per sviluppare 300 Watt su 8 ohm.

 

 

MAD FOR MUSIC - SUITE 117

Il prestigioso negozio milanese Mad For Music accoglie in casa le nuove promettenti elettroniche Riviera di Luca Chiomenti, noto progettista che ha deciso di passare da una produzione artigianale (di alto livello) a una su più grande scala. Un foglio A4 elencava i vari componenti che era dato apprezzare in sala, con i relativi prezzi di listino: giradischi Wilson Benesch "The Circle" con braccio The Wand Plus 9" e testina Shelter 5000 - trasformatore di Step-Up Qualiton MC - meccanica di trasporto CD Metronome T5 - convertitore D/A "Digital Sharing" Metronome DSC1 - streamer/ripper Innuos Zenith MK2 - lettore CD/DAC Gato Audio CDD-1 - amplificazione Riviera AIC-10 e Gato Audio Amp 150 - diffusori Wilson Benesch Discovery II - cablaggio Elements by Omega Audio Concepts.

Giradischi Wilson Benesch "The Circle" con braccio The Wand Plus 9" e testina Shelter 5000.

Amplificatore integrato stereo per cuffie AIC-10.
Mi sembra opportuno dare qualche cenno su questo nuovo brand tutto italiano, conosciuto all'edizione primaverile del Milano Hi Fidelity. Riviera Audio Laboratories nasce nel gennaio 2017 per dedicarsi al settore audio Hi-End. Tre sono i professionisti che, a vario titolo, danno il loro contributo alla neonata azienda, tre competenze complementari che si uniscono per la causa del suono analogico. Luca Chiomenti progetta e realizza sistemi Hi-Fi già dagli anni '90 (chi non ricorda Kiom Audio?), oggi unisce la competenza tecnica nel settore audio a una pratica specializzata di alto artigianato che trova pieno compimento negli apparecchi Riviera. Silvio Delfino si occupa di import-export di prodotti audio italiani in tutto il mondo, mettendo al servizio del cliente una grande competenza globale nel campo dell'audiofilia. Ultimo, ma non ultimo, Marco Muzio, esperto in progettazione e rendering di applicazioni meccaniche speciali in campo industriale, grazie a lui gli apparecchi Riviera offrono una rifinitura di eccezionale precisione.
L'AIC-10 segue una filosofia minimalista, niente DAC interno e comandi superflui, è dotato di uscite per altoparlanti, può quindi pilotare anche diffusori di media sensibilità in ambienti domestici. Potenza 10 Watt per canale (su 8 Ohm), Zero Feedback, classe di lavoro A Pura, circuitazione Ibrida, tre ingressi linea RCA, due uscite cuffia (XLR e Jack) e uscita diffusori disinseribile da controllo sul frontale sono le sue principali specifiche tecniche.

Convertitore D/A "Digital Sharing" Metronome DSC1

Streamer/ripper Innuos Zenith MK2.
Oggetto molto interessante, per la completa gestione delle nostre librerie musicali. Impiega una componentistica eccellente, tra cui i condensatori Nichicon Muse, un sofisticato trattamento antivibrazioni sia sul cabinet che suii componenti elettronici. Dispone di uscita USB a bassissimo rumore.

Meccanica di trasporto CD Metronome T5

Diffusori Wilson Benesch Discovery II.
Tra i migliori e tecnologicamente sofisticati sistemi da stand del mercato. Bastano pochi dati per capire di che pasta sono fatti: due vie e mezzo dotati di cabinet in fibra carbonio e alluminio CNC, doppio woofer da 17 cm con carico isobarico, a completare la gamma bassa un driver medio-basso Tactic II, mentre il tweeter con cupola in seta-fibra di carbonio è definito "Semisphere". Design 3D CAD/CAM.

Nell'anticamera della Suite 117, un sistema Lettore CD (Gato Audio CDD-1), amplificatore per cuffia (Riviera AIC-10) e cuffia Sennheiser HD 800.

Amplificatore integrato stereo Gato Audio Amp 150.
Viene dalla Danimarca questa raffinata elettronica, capace di 250 Watt per canale su carico di 4 Ohm. Nutrito il parco connessioni posteriore, tra ingressi bilanciati (XLR) e sbilanciati (RCA), lo stadio d'uscita è a TwinFET. Il cabinet è amagnetico e l'estetica molto originale.

 

 

MGP AUDIO - LECTOR AUDIO - SUITE 101

Angelo Jasparro.
Può succedere che una persona si aggiri tra gli spazi di un grande audioshow e rimanga colpito dal suono di un dato prodotto. È successo quest'anno all'amico Angelo Jasparro, esperto conoscitore e recensore di alta fedeltà, già redattore di Videohifi Magazine, Audioreview e oggi gestore del sito Audio Activity. Così mi racconta com'è nata l'idea di diventare importatore per l'Italia dei sistemi Pylon Audio: "Ero in Germania al Monaco Hi End, giravo per sale e salette impegnato nel solito report per la mia rivista. A un certo punto mi trovavo fuori dallo stand della Pylon Audio, azienda polacca produttrice di diffusori che non conoscevo ma che era stata presente anche alla rassegna dello scorso anno. Ero piuttosto stanco, avevo voglia di sedermi e così mi sono accomodato nella sala, ascoltato questi sistemi e visto i prezzi esposti, i quali effettivamente mi erano sembrati molto bassi. Li ho trovati di un rapporto qualità/prezzo "destabilizzante" e quindi ho deciso che era il caso di averli anche qui in Italia".

Una collaborazione che mi è sembrata molto azzeccata quella tra la MGP Audio e Lector Audio, dal punto di vista dei risultati all'ascolto. La catena completa era formata dal CD Player Lector CDP-603, convertitore digitale/analogico Lector DAC Digitube S-192, amplificatore integrato stereo Lector ZAX 70 e due sistemi Pylon Audio: le torri da pavimento Opal 20 e il modello da stand Diamond Monitor, recentemente testato dalla rivista Audioreview. Ho ascoltato le Opal 20 per una mezz'oretta, trovandole dinamicamente vivide, molto definite nella "texture" sonora e dalle basse frequenze sostanzialmente corrette, articolate e ben controllate. Non esiterei a definire sorprendente la prestazione esibita, soprattutto in considerazione del basso prezzo di listino.

Le elettroniche della Lector Audio, azienda pavese dell'ingegner Claudio Romagnoli nota per la validità delle sue proposte.

Amplificatore integrato stereo Lector Audio Zax 70.
Integrato dall'ottimo suono e dalla potenza largamente sufficiente per la maggior parte dei sistemi Home. Pilotava in saletta le Pylon Opal 20.

Diffusore Pylon Audio Opal 20.
Torre snella da pavimento basata, come l'intera gamma Opal, sul woofer proprietario PSW 18.8 CS, di progettazione e realizzazione del marchio polacco di Jarocin. La gamma alta è riprodotta da un tweeter a cupola in seta da 2,5 mm. La sua gamma media viene descritta nel sito ufficiale MGP Audio come particolarmente intelligibile, tanto da consentire l'utilizzo di questi diffusori come monitor in uno studio di registrazione privato. Avendoli ascoltati per bene, non posso che essere d'accordo con tale affermazione. 38 Hz - 20.000 Hz la risposta in frequenza e 86dB/2,83V/1m la sensibilità dichiarate. Interessante e per nulla usuale, soprattutto per un modello così economico, la possibilità di scegliere tra la finitura in stock (PVC colore nero, legno laccato bianco opaco) è, su richiesta, in PVC colore nero, legno laccato bianco opaco o qualsiasi colore RAL.

Diffusore Pylon Audio Diamond Monitor.
Fa parte della serie Diamond. Pearl e Opal sono le altre due mentre Sapphire 31, Ruby He ed Emerald HF sono i tre modelli singoli.

 

 

MONTAGNA - ARCHÈSOUND - SUITE 120

Giorgio Montagna e la sua "Montagna High-End Systems" s'identificano in una produzione esclusiva, di altissimo livello, sostanziata in un unico modello: lo Spark03/CFC, diffusore dalle caratteristiche fuori dal comune. Nella suite dedicata vedevano a monte una pregiatissima catena interamente Goldmund, formata dal lettore digitale universale Eidos 17, preamplificatore Phono Mimesis PH3.8, preamplificatore Mimesis 22H NextGen con stadio di alimentazione separato e amplificatori finali di potenza Telos 360.

Giradischi Vertere RG-1

Diffusore Spark03/CFC.
Il poderoso woofer di questo sistema è composto da un cestello in lega di alluminio pressofuso, la membrana è un composito a base cellulosica caricato con resine tecniche a base acquosa, le sospensioni sono tratte da un elastomero dalla formulazione proprietaria. La bobina mobile è avvolta con filo di alluminio su un supporto di Vetronite del diametro di 114 mm. Molto particolare il gruppo magnetico, costituito da un nucleo principale stampato a caldo dello spessore di 14 mm che alloggia un "nocciolo" in Maxalco da 2,2 Kg. Materiale diverso dall'AlniCo 5 per la sua struttura a cristalli orientati.

Il gruppo medio-alti dello Spark03/CFC

 

 

NORMA AUDIO - SALA AMBRA 1

La cremonese Norma Audio è una realtà italiana molto conosciuta dagli audiofili. Le sue origini risalgono al 1987 e la prima elettronica a essere immessa sul mercato fu l'amplificatore NS 123. Dal 1991 Norma è stata acquisita dalla Opal Electronics, da quel momento è iniziato un lungo lavoro di ricerca e sviluppo, durato sette anni, che ha portato a realizzare una gamma completamente nuova di prodotti, presentata in anteprima al Top A/V di Milano nel 1997. Nel tempo si sono aggiunti gli amplificatori integrati della serie IPA e di recente è stata introdotta la serie Revo, dal design originale e raffinato. Di questa gamma, l'ultimo prodotto in arrivo è il lettore CD Revo CD Player. L'impianto in dimostrazione prevedeva una coppia di sistemi da stand Diapason Astera, il lettore CD Revo DS-1 e l'amplificatore integrato stereo Revo IPA-140. Alle sessioni d'ascolto, svoltesi tra le ore 12 e le 14, era possibile assistere solo su prenotazione.

Lettore CD Norma Revo DS-1.
È la nuova sorgente digitale del marchio cremonese. La sezione per la lettura del supporto rappresenta l'evoluzione del Revo CDP1R. Questa macchina offre una completa dotazione d'ingressi digitali, presenti sia l'ingresso USB a 192 kHz/24 bit che quattro ingressi S/PDIF, coassiali, ottico e XLR. Tra la lunga serie di specifiche tecniche citiamo la meccanica di lettura Teac, la presenza di due oscillatori separati per i due valori di 22 MHz e 24 MHz (44,1 e 48 kHz) e filtro digitale x8 per l'oversampling.

Amplificatore integrato stereo Revo IPA-140.
Notevole la potenza di 140 Watt per canale, erogata su carico di 8 Ohm, valore che, insieme alla capacità di pilotare anche i diffusori più ostici, lo rende un amplificatore estremamente versatile. È data la possibilità di personalizzare le connessioni d'ingresso/uscita e di inserire la scheda Phono MM/MC. Vengono utilizzati MosFet ad alta corrente come dispositivi di potenza per una corrente di ben 150 A di picco.

Diffusore Diapason Astera

Convertitore D/A & preamplificatore HS-DA1.
Cominciamo con questo apparecchio la lunga carrellata di prodotti Norma. Della serie HS, integra un ottimo amplificatore per cuffia in classe A con due uscite.

Lettore CD Revo CDP-1BR

Amplificatore integrato stereo Revo IPA-140USB

Amplificatore integrato stereo Revo IPA-70bUSB.
Questo esemplare, cui è stato rimosso il coperchio, mostra la sua squisita fattura e l'esemplare pulizia della circuitazione.

Preamplificatore stereo Revo SC-2

Amplificatore finale di potenza stereo Revo PA-150.
L'aspetto semplice e lineare rivela la sua natura di finale. Configurazione Dual Mono, dispositivi di potenza MosFet per 150 watt erogati su 8 Ohm e 300 su 4, ben 200 Ampere di picco sviluppati e ingressi XLR/RCA le sue principali caratteristiche tecniche.

Elementi acustici diffusori della Oudimmo

 

 

PIXEL ENGINEERING - SUITE 111

Una gradita novità della Dali (Danish Audiophile Loudspeakers Industries) è il sistema wireless con DNA Callisto, composto da un "Hub" centrale cui si connettono i diffusori, che sono attivi, vale a dire con amplificazione incorporata. I diffusori "dialogano" con l'Hub Bluesound su frequenze proprietarie a 5,9 GHz. Il Callisto è stato presentato al Milano Hi Fidelity allo stadio di prototipo, in una versione da pavimento e una da supporto. È un prodotto che si rivolge a una nuova tipologia di clientela, molto pratico e liberamente posizionabile in ambiente.

Uno streaming player Bluesound Vault 2 (a sinistra), apparecchio può essere utilizzato per connettere sorgenti audio digitali wireless a qualsiasi sistema e componente audio tradizionale. A destra c'è il Sound Hub per il sistema Dali Callisto.

Da destra, una coppia di diffusori da stand Dali Callisto, lo streaming player amplificato Bluesound Pulse Mini e due più piccoli streaming player amplificati Bluesound Pulse Flex.

Diffusori Wireless Dali Callisto

Streaming player amplificati Bluesound Pulse Flex.
Presenti sul tavolo in diversa finitura, hanno una sezione di potenza da 10 Watt (by NAD) con woofer da 89 mm e full- range da 25 mm, utili per ascoltare sorgenti audio digitali wireless. Il Pulse Flex è compatibile con i maggiori formati audio attuali come MP3, AAC, WMA, OGG, WMA-L, FLAC, ALAC, WAV, AIFF, con risoluzione fino a 24 bit/192 kHz grazie al DAC integrato con struttura Delta-Sigma. Questo sistema, come tutti i prodotti Bluesound, è compatibile con i sistemi operativi Microsoft Windows XP, 2000, Vista, 7, 8, Apple OSX. Disponibili gratuitamente app desktop e per Android, Kindle e iOS. Elemento interessante è la possibilità di collegarli in rete tra loro a formare un network che può contare fino a 34 dispositivi cablati e 8 collegati in wireless.

Diffusore Dali Katch.
Non si darebbero due lire a questo piccolo sistema portatile dotato di connettività wireless ma, una volta messo in funzione, sorprende per la sua qualità audio, estensione del basso ovviamente a parte. È dotato di un robusto cabinet in alluminio estruso, alimentato a batteria, può essere connesso via Bluetooth con tecnologia Apt-X (se supportata dalla sorgente). Non è però solo wireless, poiché dotato pure d'ingresso analogico Mini-Jack, oltre che di una porta USB utile per la ricarica dei dispositivi mobili. La batteria interna ha una capacità di 2600 mAh. Per la parte elettroacustica, quattro sono gli altoparlanti che ha a bordo: due tweeter da 21 mm in cupola morbida e due woofer in alluminio da 3,5", posti un paio sul frontale e uno sul retro. Il loro pilotaggio è assicurato da un amplificatore in classe D dalla potenza non indifferente di 2 X 18 Watt.

 

 

THE SOUND OF THE VALVE - SALA AMBRA 2

Non se ne abbia a male il patron della manifestazione Stefano Zaini se la sua grande sala è nelle "retrovie" del report, ché segue un ordine rigorosamente alfabetico. Non le occupa certamente se si adotta il criterio della suggestione che sprigiona la sua particolare idea di alta fedeltà, fatta di oggetti dall'estetica "ancien régime". Valvole e alta efficienza è il suo motto, con qualche digressione come vedremo. L'impiantone presentato era sostanzialmente il medesimo della scorsa edizione, vale a dire diffusori a dipolo Quasar (una sua specialità), giradischi l'inconfondibile Air Bearing Reference Turntable, preamplificatore linea due telai Notorius, stadio Phono MM/MC Hibernaculum, amplificatori finali di potenza mono Magnificent 808 con valvole finali 808 RCA. In "contrasto" con l'orientamento dell'azienda, presenti anche tre finali a stato solido, i "Why not".

Giradischi Air Bearing Reference Turntable

Il power supply dello stadio Phono MM/MC Hibernaculum tra due amplificatori finali di potenza mono Magnificent 808

Lo stadio Phono MM/MC Hibernaculum (a destra) e il preamplificatore linea Notorius

I tre "Why not"

Diffusori The Sound Of The Valve Quasar.
È un grande tre vie ad alta efficienza equipaggiato da quattro woofer da 38 cm tagliati a 200 Hz, un larga banda Lowther PM2A che riproduce la banda da 201 Hz a 10.000 Hz e un Ribbon tweeter che va da 10.001 Hz a 25.000 Hz. Sensibilità dichiarata di 101dB/2,83V/1m. Dimensioni: 160x16x60 cm (Altezza-Profondità-Larghezza).

Presenti in sala diversi elementi di ottimizzazione acustica Oudimmo, in foto vediamo due MagnetFusors montati su altrettanti Bass Trap serie LowMaster. L'azione di questi elementi consiste nell'ottenere un suono diffuso, molto importante in quei casi in cui si vuole raggiungere una sonorità più equilibrata nel range medio-alto senza però rinunciare all’assorbimento in gamma bassa. Sono adatti sia in sale d'ascolto (Hi-Fi) che nelle registrazioni o mix professionali. Vanno applicati alla trappola tramite dei magneti dalla presa sicura.

Altri elementi Oudimmo

 

 

TRINAUDIO - ART OF MUSIC - SUITE 115

Suite 115 di Trinaudio-Art of Music è l'ambiente finale del nostro report, prima di darci l'arrivederci alla prossima edizione della kermesse. La prima partecipava al setup suonante con il suo giradischi ed elettroniche mentre la seconda portava due piccole ma "pepate" Fostex G1001MG. È stato così allestito un impianto dalle raffinate doti "canore" dove la sorgente analogica era il giradischi Gyros 33-9, preamplificatore Phono Keleyma Rho II e amplificatore integrato stereo Fysis 70Ti. In sola esposizione statica gli amplificatori finali di potenza Dynamis delta 70.

Giradischi Trinaudio Gyros 33-9.
Front end analogico di pregio, ha la base rigida in Corian e il perno in ceramica con reggispinta a levitazione magnetica. È dotato di masse interne regolabili per compensare e bilanciare il baricentro del sistema. L'unità di alimentazione è esterna.

Preamplificatore Phono valvolare Trinaudio Keleyma rho II.
A tubi, secondo la filosofia del marchio ragusano, è un pre Phono MM/MC con RIIA passiva, alimentazione a cinque stadi con blocco separatore anodico di tipo induttivo, polarizzazione a led e assenza di controreazione totale.

Amplificatore integrato stereo ibrido Trinaudio Fysis 70Ti.
Ibrido, vale a dire con stadio preamplificatore a valvole e finale a stato solido (a guadagno unitario). Lo stadio driver è anche a valvole, l'alimentazione con blocco separatore induttivo. È in grado di sviluppare una potenza di 70 Watt per canale su carico di 8 Ohm.

Diffusore Fostex G1001MG.
È il nuovo modello della serie "G", il più piccolo della gamma. Grazie a una componentistica d'eccellenza e l'azzeccato progetto, in unione con gli apparecchi Trinaudio ha sfoderato una prestazione timbricamente deliziosa, non priva di energia quando il messaggio musicale lo richiedeva. Tecnicamente è un due vie Bass-Reflex con tweeter da 20 mm a cupola rigida in magnesio puro e mid-woofer da 10 cm, anch'esso con membrana in magnesio caratteristicamente conformata. La frequenza di taglio tra i due trasduttori è 2000 Hz, 82dB/2,83V/1m la sensibilità e 100 Watt la potenza massima sopportabile.

Amplificatori finali di potenza monofonici Trinaudio Dynamis delta 70

Giradischi Trinaudio Gyros 33-12.
A differenza del 33-9 ha una basetta portabracci adatta a modelli da 12".

Alfredo Di Pietro


 Stampa   
Copyright (c) 2000-2006   Condizioni d'Uso  Dichiarazione per la Privacy
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation