Search English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
Thursday, May 23, 2019 ..:: Milano Hi-Fidelity Primavera 2019 - Parte Quinta ::..   Login
Site Navigation

 Milano Hi-Fidelity Primavera 2019 - Parte Quinta Minimize

SO COOL/ADEO GROUP - SUITE 101

La milanese So Cool e la Adeo si sono alleate per dimostrare una coppia d'impianti Audio/Video di vaglia. Lo hanno fatto nelle Suite 101 e 103, con impianti differenti nella tipologia dei diffusori ma non certo nella qualità. La So Cool è rivenditore "Premium" di alcuni tra i più prestigiosi marchi del mercato come Samsung, Yamaha, Linn, Sony, Epson e altri.

Oltre a un grande schermo Samsung, che visualizzava immagini dall'eccezionale definizione, in dimostrazione c'era un impianto formato dalla sorgente digitale Linn Akurate DSM (un lettore di rete con preamplificatore integrato), PC, KinoServer Kino-4, il nuovo amplificatore integrato Mark Levinson N° 5802 e i diffusori Revel M126Be.

Amplificatore integrato stereo Mark Levinson N° 5802.
Presentato allo scorso Munich High End, è completamente digitale. Accoglie il sistema DAC Precision-Link II esteso a sei ingressi audio: uno AES, due S/PDIF coassiali, due ottici, un USB asincrono per la riproduzione di PCM ad alta risoluzione (fino a 32 bit/192 kHz) e DSD (fino al 5.6). Il Nº 5802 include la tecnologia MQA, ricevitore Bluetooth aptX-HD. Eroga la ragguardevole potenza di 125 Watt RMS per canale su carico di 8 Ohm.

Diffusori Revel Performa M126Be.
Piccolo sistema ma molto raffinato, impiega un tweeter in berillio da 1 pollice, mosso da potenti magneti ceramici da 85 mm e caricato da una guida d'onda in lega di alluminio con rivestimento in ceramica, accordato con la direttività del woofer a cono in alluminio composito (CCD) da 6,5 pollici. Il suono? Molto pulito e "tecnologico".

 

 

SO COOL/ADEO GROUP - SUITE 103

Se prima è stato dato qualche cenno informativo su So Cool, ora è giusto darlo sulla Adeo Group, importante realtà con sede a Lavis (Tn), da più di vent'anni leader nella distribuzione di sistemi audio-video professionali, multiroom e domotici. Forte di una vasta esperienza e di un'equipe di validi professionisti, si propone come distributore esclusivo dei videoproiettori LCD Sanyo. Oggi offre un'ampia gamma di prodotti, dalla videoconferenza ai sistemi di traduzione simultanea, ai sistemi di controllo domotico, monitor professionali, fino a quelli Home Theater più evoluti.

Davvero di alto livello il setup in dimostrazione, costituito dall'Audio Player Mark Levinson N° 519, amplificatore finale di potenza stereo Dual Monoaural Mark Levinson N° 534 e diffusori Revel Performa F228Be, dove "Be" sta per Berillio.

Particolare del tweeter delle F228Be.
Il Berillio è un metallo terrestre raro, ritenuto ideale per un trasduttore ad alta frequenza. La ragione sta nella sua leggerezza, incredibile rigidità e intrinseco smorzamento. Rispetto ad altri metalli utilizzati nei diaframmi dei tweeter come Alluminio e Titanio, il Berillio offre una rigidità 4,5 volte superiore e uno smorzamento di 3 volte migliore, per un peso della metà.

 

 

SPIRIT SOUNDESIGN/NEW AUDIO FRONTIERS

Chiunque indossi una cuffia Spirit SounDesign riceve immediatamente un'impressionante sensazione di potenza e svincolamente da qualsiasi "ristrettezza sonora". Il suo sound è compatto, dinamicissimo e nello stesso tempo attento alla riproduzione di ogni dettaglio, anche il più minuto. Questa è almeno la percezione che ho avuto ascoltandone una. Presenti nello spazio dedicato anche l'amplificatore per cuffia/preamplificatore bilanciato stereo Audio-gd Master 9, l'amplificatore integrato stereo New Audio Frontiers Performance 2A3 MKII e un diffusore Novaudio Classic Control Eight.

Turin 1708.
Cuffia a tiratura limitata dedicata all'assedio di Torino del 1706 e agli atti eroici compiuti da Pietro Micca.

Amplificatore integrato mono New Audio Frontiers Reference 845 Special Edition.
Eroga 50 Watt, senza controreazione, in classe A pura, ottenuti da due valvole 845 in configurazione Single-Ended parallelo, alimentazione rettificata a valvole 5R4GY. Questo modello rappresenta l’elemento di punta della produzione New Audio Frontiers.

Cuffia Twin Pulse Ragnarr Edition (accanto vediamo l'Audio-gd C-2, amplificatore per cuffia/preamplificatore).
Il suo gruppo motore si avvale dell'Isobaric System, il primo sistema isobarico aperto applicato a una cuffia. È composto da due driver ad alte prestazioni collegati in serie che si muovono in sincrono su tutta la gamma audio.
Di altre interessanti particolarità parleremo più in là nel report, ne sono venuto a conoscenza nel corso di una piccola intervista fatta ad Andrea Ricci, titolare della Spirit Soundesign, quando ho visitato il suo spazio espositivo al Piano -1.

 

 

STEREO BOX - SUITE 121

Stereo Box, soluzioni Audio/Video moderne, presentava in anteprima italiana un marchio a me sconosciuto: l'amburghese Lyravox, che deve avere molto a cuore il nome di Karl. Forse peccando di fantasia, nella sua linea di diffusori i quattro modelli si chiamano, infatti, Karlos, Karlina, Karlotta e Karl. Nato per volontà di valenti ingegneri audio, il produttore HiFi con sede ad Amburgo è composto da molte persone diverse. Ogni sistema Lyravox è realizzato meticolosamente a mano, impiegando componenti selezionati e i materiali più pregiati, come i legni scelti individualmente.

Diffusori Lyravox Karlina.
Sono sistemi di nuova generazione, molto più di semplici diffusore, integrando una potente amplificazione digitale Pascal S-PRO2 da 6x500 Watt, connessione  Bluetooth Apt-X, un gran numero di sorgenti collegabili via LAN/WLAN e via Internet, ingressi analogico e digitale (SPDIF coassiale). Ampio anche il numero di formati audio digitali che è possibile utilizzare. Mi ha davvero impressionato il suono di questo sistema, pepato, nitido e ricco d'incisività, con un gran "punch" sul medio-basso, tutte caratteristiche messe in luce durante l'ascolto del brano di jazz "Take Five", ascoltato ad alto volume.

La complessità di questo sistema può forse far dimenticare la parte squisitamente elettroacustica, sicuramente di non minor interesse. Il Karlina è equipaggiato da un Tweeter ceramico Accuton (per Lyravox) da 30 mm, medio-basso Accuton C173 da 7", un woofer ScanSpeak in Alluminio 26W da 10" montato posteriormente e un Tweeter AMT50 sul top del mobile che dona grande ambienza al suono.

Sistema Lyravox Stereomaster SM2-170.
Bello ed estremamente completo questo sistema del marchio amburghese. Un "All-in-One" che integra sorgenti, interfacce, amplificazioni e diffusione sonora in un mobile ottimamente rifinito e disponibile in un gran numero di livree. Notevoli dimensioni e peso: 172 x 33 x 23 cm (Larghezza - Altezza - Profondità) e 43 Kg.

Lo Stereomaster SM2-170 ha un arsenale di altoparlanti da far invidia a un grande diffusore: due tweeter Scan Speak con cupola in Berillio, due mid-woofer Scan Speak 21W con membrana in fibra di Carbonio e due tweeter Scan Speak Ring Radiator ai lati.

 

 

STONES SPEAKERS - SUITE 107

Una bella novità questa Stones Speakers, azienda veneta di Lozzo Atestino (PD) che ha scelto per il cabinet dei suoi diffusori un materiale molto particolare: la pietra. Michele Gastaldello e Giacomo Munari ne sono i titolari. L'impianto presentato, ruotante intorno a una coppia di 487 Venetia, era formato dal giradischi Noir 1.0 con testina Benz Ace S, preamplificatore Phono GM_phono v. 2.0__4 EQ, lettore CD Musical Fidelity Nu-Vista CD, amplificatore integrato stereo Musical Fidelity Nu-Vista 800. In solidissima pietra anche parte dei mobili portaelettroniche.

Diffusore Stones Speakers 487 Venetia.
Un sistema forse dedicato ai Flintstones? Niente affatto, solo un modo un po' drastico per annullare completamente le vibrazioni del cabinet, in questo caso in pesante pietra naturale "Euganean Trachyte", e azzerare le dispersioni di energia degli altoparlanti. Questo bookshelf pesa la bellezza di 50 Kg, è equipaggiato da trasduttori Morel e suonava con un'incredibile pulizia.

 

 

TEDES - SUITE 111

Alla milanese TeDeS (Technical Development Of Sound) era dedicata la Suite 111. È una realtà molto nota nel professionale, con un gran numero di prodotti e brand trattati, ma che non disdegna delle incursioni anche nella Home Hi-Fi, come dimostra anche la New Entry Dutch & Dutch, azienda all'avanguardia nella costruzione di monitor da studio, i quali possono ben integrarsi in un ambiente domestico anche in virtù della loro gradevole estetica.

Molto semplice l'impianto a monte dei diffusori Dutch & Dutch, costituito dal Music Archive Network Player Weiss MAN301.

Diffusore Monitor Dutch & Dutch 8c.
Possiamo tranquillamente considerarlo un "All-in-One" visto che, oltre ai driver, l'8c include un DAC, amplificatori, subwoofer e un DSP di fascia alta. Questo sistema è inoltre dotato di funzionalità che consentono un'ottima integrazione ambientale e di streaming. Notevole la SPL prodotta, ben 106 dB continui a partire da 35 Hz, con un rapporto segnale-rumore molto alto.

Non meno interessante il lato "B", che mostra i due subwoofer da 8" ad alta escursione (un mid-woofer da 8" e un tweeter da 1" con cupola in lega metallica sono gli altoparlanti sul frontale) e il parco connessioni.

 

 

YACHT HIFI - SUITE 108

L'azienda austriaca di Peter Trenner & Andreas Friedl opera secondo standard qualitativi molto elevati, producendo elettroacustiche curate sin nei minimi particolari. Non lesina assolutamente su componenti e materiali, che sono quanto di meglio si possa trovare in giro, sempre utilizzati con intelligenza e un'abilità progettuale non comune. Il tutto finalizzato all'ottenimento di oggetti molto ben suonanti. Il suo importatore in Italia è la Yacht HiFi di Lorenzo Verger. Al mio ingresso nella Suite dedicata stavano suonando una coppia di Pharoah, sistemi da pavimento con un woofer in carta da 8" rivestito con lacca a olio e tweeter da 1" caricato a tromba. Erano pilotati dal Network Player Yamaha NP-S2000 e da un amplificatore integrato stereo Brinkmann "Vollverstärker".

Le piccoline di casa Trenner & Friedl Sun (a sinistra) e Art.
Una recensione delle seconde apparrà su Non solo audiofili tra qualche tempo. Si tratta di sistemi che suonano incredibilmente bene e fanno pensare che i due ingegnosi austriaci abbiano deciso di lanciare un guanto di sfida alle leggi della fisica acustica.

 

 

PIANO 0

 

 

SPAZI ESPOSITIVI

 

 

ARTIGIAN AUDIO

ArtigianAudio di Bartoli & Sassetti è un'azienda italiana leader nella produzione di supporti e ripiani per impianti Audio/Video. Come ogni anno esponeva una buona rappresentanza della sua produzione.

Ogni fase della produzione è realizzata in Italia, garanzia di qualità in ogni passaggio, dalla progettazione alla produzione. Tutti i prodotti sono opera di tecnici qualificati, impegnati a eliminare risonanze e vibrazioni, grazie alla grande cura nella selezione dei migliori materiali e delle finiture.

Punte e sottopunte della linea Components.

 

 

AXIOLAB/AXIOMEDIA

Nella grande Sala Rubino erano concentrati diversi spazi espositivi, disposti sui quattro lati e al centro. Questo grande ambiente è sicuramente uno dei più frequentati dell'intera mostra, data anche la presenza d'importanti realtà discografiche. Presenza costante (e confortante) del Milano Hi-Fidelity è la Axiolab/Axiomedia di Gioacchino Ballo, ditta operante nella provincia di Monza Brianza, precisamente a Villasanta.

Gioacchino Ballo (a sinistra) con suo figlio Andrea.

Su questo tavolo c'è la dimostrazione di come la buona Hi Fi sia fatta anche di oggetti che non costano una fortuna, pur facendo bene il loro dovere. È il caso di questi tre piccoli "Chip Amp": da sinistra Sure AA-AS32171 (amplificatore in Classe D con il TDA7492), Luxus Audio AMC2015NR (amplificatore in Classe D con Bluetooth) e lo Sure AA-AS32157 (amplificatore in classe D dotato di chip TA2024). Elettroniche efficienti, dal suono corretto e in grado di pilotare molti dei sistemi pensati per l'Hi Fi domestica.

Vari tipi di connettori, di segnale e potenza.

 

 

BLU PRESS

Sempre presente al banco della Blu Press Andrea Bassanelli, giornalista e fondatore della nota casa editrice che opera in svariati settori con diverse riviste. Per limitarci al settore audio, citiamo Fedeltà del Suono, Costruire HiFi e Guide Fedeltà del Suono.

Tante le riviste in esposizione e vendita.

Cavo di potenza Xindak.

 

 

CRYSTAL MUSIC GALLERY

Crystal Music Gallery di Daolio Riccardo, un espositore che per la prima volta ho visto partecipare alla kermesse milanese.

Presentava diversi CD e vinili.

Il mitico Atom Hearth Mother, quinto album in studio del gruppo musicale britannico Pink Floyd, pubblicato nel 1970.

 

 

DODICILUNE

Interessante è la storia della DodiciLune, nata nell'ormai lontano 1995, anno in cui un gruppo di audiofili e musicofili provenienti da diverse esperienze mette in piedi uno studio di registrazione mobile. Contestualmente nasce l'etichetta discografica, con le prime produzioni di musica classica, world e jazz. Negli anni dal 1999 al 2008, parallelamente all'attività editoriale organizza "Jazle" il Festival Jazz del Salento. Vengono messi in scena ben sessantaquattro concerti di artisti di fama mondiale molti dei quali registrati e prodotti su CD.

Tra le novità presentate dall'etichetta leccese, segnaliamo questo "Eternal Love" del sassofonista barese Roberto Ottaviano, disco che si apre con la tradizione africana di Uhuru e prosegue con due brani originali di Ottaviano ("Questionable 2" ed "Eternal Love") più la reinterpretazione di altri sei pezzi.

Nécessaire de Voyage" è il nuovo lavoro discografico del gruppo Kulu Sé Mama, composto da Gabriele Rampino (sassofoni, sound design), Maurizio Bizzochetti (chitarre), Maurizio Ripa (pianoforte), Maurizio Manca (basso) e Daniele Bonazzi (batteria). Le composizioni sono tutte originali a firma del sassofonista e del pianista, mentre gli arrangiamenti sono invece firmati dall'intero gruppo.

Altra novità è Terranima di Vince Abbracciante.

Concludiamo la breve rassegna di novità della DodiciLune con "EMIT: RotatoR TeneT" della cantante e compositrice Camilla Battaglia. Lei stessa ci chiarisce la "strana" intestazione: "Stavo cercando un titolo che rappresentasse la circolarità del tempo. Sono arrivata presto a 'Rotator' e 'Tenet', due parole palindrome che significano rispettivamente 'rotatorio' e 'principio-origine', e in seguito ho pensato che l'inversione della parola chiave 'time' (tempo), ovvero 'emit', significasse proprio promulgazione o enunciato."

 

Alfredo Di Pietro

 

Segue alla Parte Sesta...


 Print   
Copyright (c) 2000-2006   Terms Of Use  Privacy Statement
DotNetNuke® is copyright 2002-2019 by DotNetNuke Corporation