Suchen English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
Montag, 6. Juli 2020 ..:: Luxus Audio Wagner ::..   anmelden
Portalstruktur

 Luxus Audio Wagner minimieren

Luxus Audio Wagner - 2 x 50 Watt @ 8 Ohm class D amplifier with power supply included



Con l'amplificatore finale di potenza Luxus Audio Wagner giungiamo alla fine di questa rassegna, riguardante cinque piccole elettroniche. Dai diversi test è emersa una certa eterogeneità di comportamento, sonico e strumentale, che fuga ogni dubbio sul supposto appiattimento prestazionale che talvolta si attribuisce agli IC. Nessuna perplessità affiora anche sulla loro validità se utilizzati per l'allestimento di un buon impianto casalingo: nel lunghissimo tempo che ho avuto a disposizione per i test, li ho provati in varie configurazioni e con diversi diffusori, stimandone il comportamento stabile e l'apprezzabile resa sonora. La Luxus Audio dimostra di avere una predilezione per i compositori classici e anche una particolare pertinenza nell'abbinare il loro nome alle schede che produce. Se il nome Rossini è simbolo di eclettismo e brillantezza, Vivaldi riporta a ricercate fioriture barocche, mentre Richard Wagner con la sua tetralogia "L'anello del Nibelungo" rievoca potenza e fasto sonoro. Non per caso il Wagner risulta essere l'amplificatore più potente dei quattro esaminati.


SPECIFICHE TECNICHE

Potenza di uscita riferita all'1% di distorsione: 50 Watt/8 Ohm x 2 Canali
Rapporto S/N alla potenza nominale: > 100 dB/pesato A
THD a -3 dB della potenza nominale: <0,1%
Sensibilità d'ingresso: 1 Volt
Impedenza d'ingresso: 22 KΩ
Risposta in frequenza 20 Hz - 20 kHz (+/- 1,5 dB)
Crosstalk a 1 KHz: 80 dB
Dimensioni: 105 (L) x 85 (W) x 41 (H) mm


CARATTERISTICHE

Tensione d'ingresso AC universale: 90 V ~ 260 V
Protezione da corto circuito
Protezione da sovracorrente
Protezione termica
A norma RoHS
La configurazione a ponte non è disponibile


DESCRIZIONE



La PCB misura 105 x 85 x 41 mm e si presenta alla "visual inspection" in maniera diversa dalle altre due Luxus Audio già viste. Sul lato A svetta un condensatore elettrolitico Jamicon da 180 µF/400 V, ce ne sono altri sei dello stesso produttore, più piccoli, sparsi sulla superficie della scheda, dove notiamo anche un trasformatore toroidale. Il Wagner, infatti, non necessita di un trasformatore/alimentatore esterno per funzionare, visto che ha già integrata una sezione di alimentazione. Per renderlo operativo, basterà quindi collegarlo alla rete tramite apposito cavetto e connettore. Ingressi e uscite si affacciano sullo stesso lato, gestiti da tre connettori Raster: uno si trova al centro, ha sette piedini e si occupa degli ingressi di segnale, mentre gli altri due sono disposti lateralmente, hanno solo una coppia di contatti e servono al collegamento dei diffusori. In vicinanza del Raster dedicato agli ingressi vediamo un corposo dissipatore termico, al di sotto di esso giace il CHIP amplificatore TAS5611. Sarà anche fredda la Classe D, ma in questo caso una certa quantità di calore viene comunque sviluppata, a giudicare da questo elemento, anche perché il rendimento in potenza del CHIP è condizionato proprio dalla temperatura. La presa per il cavetto di alimentazione si trova sul lato sinistro. Non ci sono connettori del tipo PCB Mount, essendo previsto unicamente il collegamento in remoto a prese Panel Mount. All'uopo, la Luxus fornisce in dotazione un kit di cavi, che include una coppia per il collegamento dei diffusori, uno per l'alimentazione (220 V o 110 V) e uno per l'ingresso stereo di segnale. Ma la componentistica SMD, che finora abbiamo visto largamente implementata? C'è anche quella, basta girare la scheda per vederla. Sul lato A vediamo sbavature di colla termica un po' dappertutto.




FUNZIONI - USO - TECNOLOGIA


IL TAS5611



Il TAS5611 è un CHIP amplificatore in classe D con ingresso analogico e tecnologia di Feedback ad anello chiuso integrata (nota come PurePath HD) dichiarato dalla casa produttrice ad alte prestazioni. La sua capacità di erogazione si spinge fino a 125 Watt in stereo, una potenza utile per il pilotaggio di diffusori da 4 a 8 Ω, assicurata da un'unica alimentazione che lavora a 32,5 V. La tecnologia PurePath HD consente livelli di prestazioni comparabili a un amplificatore in Classe AB tradizionale, con una THD che si aggira sullo 0,03%, e fornisce al contempo la tipica efficienza energetica (90%) degli amplificatori in classe D. Lo stadio di potenza adopera come dispositivi attivi dei MOSFET da 60 mΩ d'impedenza. A differenza dei tradizionali Classe D, la curva di distorsione aumenta solamente quando il livello d'uscita provoca il clipping. La PurePath HD consente anche minori perdite in condizioni d'inattività, rendendo il dispositivo ancora più efficiente. I livelli di potenza in uscita ottenibili dipendono dalla temperatura, che si sviluppa in base alla tipologia dell'applicazione di destinazione. Un materiale d'interfaccia termica ad alte prestazioni tra il CHIP e il dissipatore di calore dovrebbe essere usato se si vuole raggiungere il massimo livello di potenza in uscita. Notevole la larghezza della banda passante dichiarata, fino a 80 kHz, e adeguata alla riproduzione del contenuto in frequenza di fonti HD. Tra le altre caratteristiche di questo correntoso IC, c'è una THD dello 0,03% a 1 Watt su 4 Ω (alle misure vedremo quanto veritiera), con un comportamento piatto a tutte le frequenze, a vantaggio di un suono bilanciato e naturale.



Parlando della PSRR (Power Supply Rejection Ratio), veniamo a sapere dal datasheet che questa si attesta su 80 dB (in configurazione BTL e nessun segnale d'ingresso). Volendo precisare, il rapporto di reiezione dell'alimentazione, detto anche rapporto di reiezione della tensione di alimentazione è un termine ampiamente usato per descrivere la capacità di un circuito elettronico di sopprimere qualsiasi variazione dell'alimentazione alla sua uscita di segnale. Nelle specifiche degli amplificatori operazionali, il PSRR è definito come il rapporto tra la variazione della tensione di alimentazione e la tensione di uscita equivalente (differenziale) che produce, spesso espressa in decibel (Fonte Wikipedia). Decisamente buono il rapporto Segnale/Rumore, superiore a 100 dB (pesato A) e confortante l'accensione priva di rumori tipo "Clic" e "Pop". Sono possibili configurazioni multiple sulla stessa PCB con piene opzioni (PBTL) Mono Parallel Bridge Tied Load (non implementata però nel Wagner), Stereo Bridge Tied Load (BTL) e subwoofer in 2.1 con le due uscite eroganti in BTL Single Ended. Di seguito uno schema con il ventaglio di potenze erogabili dal Wagner:

- Potenza totale d'uscita al 10% di THD+N
   250 Watt in configurazione Mono PBTL su carico di 2 Ω
   125 Watt per canale in configurazione Stereo BTL su carico di 4 Ω

-Potenza totale d'uscita all'1% di THD+N in configurazione BTL
   130 Watt Stereo su carico di 3 Ω
   105 Watt Stereo su carico di 4 Ω
   70 Watt Stereo su carico di 6 Ω
   55 Watt Stereo su carico di 8 Ω

In ultimo, il TAS5611 è dotato di autoprotezione da sottotensione, sovratemperatura, clipping e cortocircuito, con report di errore, ed è conforme EMI se utilizzato con la progettazione del sistema consigliata.


MISURE

Guadagno Medio: 30,332 dB

Differenza Canale DS/SN:
0,08 dB (8 Ohm)
0,09 dB (4 Ohm)

Impedenza d'uscita: 2,16 Ohm

Damping Factor: 3,722



Molto regolare ed estesa è la risposta in frequenza su carico resistivo di 8 Ohm, del tutto priva di fenomeni di risonanza. Molto dolce il calo sulle basse frequenze, che porta i 30,3 Hz a trovarsi sotto di 0,31 dB rispetto al centro banda (1.000 Hz), i 20,1 Hz si trovano a -0,66 dB. In alto il Roll-Off inizia a manifestarsi gradualmente dopo i 30 kHz, i 40 kHz si trovano a -0,25 dB, mentre il punto a -3 dB è centrato alla frequenza di oltre 70 kHz. Su carico di 4 Ohm si assiste, invece, a un certo restringimento della banda passante verso le alte frequenze, dove il calo si manifesta oltrepassati i 3.000 - 4.000 Hz. I 10.121 Hz si trovano sottoslivellati (sempre rispetto ai 1.000 Hz) di 0,4 dB, i 20.127 Hz di 1,4 dB, i 32.889 Hz toccano il fatidico punto a -3 dB (-3,04 dB, per la precisione). Invariata invece è la situazione sul range inferiore.



Le tre potenze test alle quali condurre le misure di distorsione sono state individuate sui valori di 1 Watt, 25 Watt (metà della potenza nominale) e 39,347 Watt, dove la THD tocca l'1%. Alla potenza di 1 Watt la THD è dello 0,022%, dello 0,14% è invece la THD+N, si tratta di risultati sostanzialmente conformi a quanto dichiarato dalla Luxus Audio. Le spettrali non sono pulitissime, abbastanza sporcate dalla frequenza di rete (50 Hz) e le sue armoniche; la stretta vicinanza della sezione di alimentazione ai circuiti di segnale si fa evidentemente sentire. Proseguendo con le IMD sui tre doppi toni, si assiste a un modico e progressivo rialzo: 13/14 kHz (0,023%) - 19/20 kHz (0,035%) - 250/8000 Hz (0,11%), con la prevalenza degli ordini dispari sui pari. Non cambia di molto la situazione a metà della potenza nominale (25 Watt), dove troviamo una THD/THD+N dello 0,027% e 0,054%, più alte, invece, le IMD e pari allo 0,074% - 0,15% - 0,091% ai rispettivi toni di 13/14 kHz, 19/20 kHz e 250/8000 Hz. Alla potenza superiore di 39,347 Watt si arriva all'1% di THD, a pari della THD+N, mentre la IMD è ben contenuta sui doppi toni superiori (0,23% a 13/14 kHz e 0,32% a 19/20 kHz) mentre piuttosto elevata risulta alla difficile SMPTE IMD 250/8000 Hz: 2,28%.



Il clipping si raggiunge a una potenza di 50 Watt.



Nella Distorsione vs Frequenza abbastanza regolari appaiono i grafici, afflitti da un moderato incremento dei tassi salendo in frequenza. Ampia la discrepanza tra la seconda e terza armonica. A 25 Watt la salita verso gli alti è più pronunciata rispetto a quella che si verifica a 1 Watt. A metà potenza e alla frequenza di 2937 Hz, se contenuta è la THD, seconda (soprattutto questa) e terza armonica, rispettivamente dello 0,039% - 0,0019% - 0,022%, in seguito queste aumentano sensibilmente: a 10.468 Hz sono dello 0,19% - 0,0049% - 0,157% e all'estremo dei 20.936 Hz raggiungono lo 0,54% - 0,026% - 0,54%. Sempre notevole risulta la differenza tra armoniche pari e dispari, con quest'ultima costantemente più alta. Più regolare è il grafico alla potenza di 39,347 Watt, qui la THD viaggia sull'1% medio e solo dopo i 3.000 Hz manifesta un rialzo, invero moderato, sino all'estremo superiore. Tra 8 e 9 kHz circa raggiunge il suo massimo (1,7%).



Interessante è l'andamento della Distorsione Vs Ampiezza. La THD rimane ben contenuta sino a una quarantina di Watt, per poi schizzare verso l'alto dopo questo limite.


ASCOLTO

Il correntoso CHIP TAS5611 conferisce al Wagner un suono concreto, solido, sostanzialmente corretto e dal valido bilanciamento timbrico. Con lui, accreditato di una quarantina di Watt per canale su carico di 8 Ohm, si può osare di più nella scelta dei sistemi di altoparlanti, che non dovranno essere particolarmente sensibili per sviluppare dei notevoli livelli di pressione sonora. È bene dirlo con chiarezza, il Luxus Audio Wagner non appartiene alla categoria degli ampli raffinati, in particolare sulle frequenze medie e alte. Si potrà senz'altro contare su un livello di riproduzione onesta ma comunque priva di quella pregevole "texture" in cui ancora primeggiano i buoni Classe A/AB. Il Wagner spinge forte e bene sulle frequenze mediobasse e basse, può essere una buona scelta per pilotare autorevolmente un subwoofer, ma non sarà del tutto abile a ricreare l'incanto di un ensemble barocco, per esempio. Meglio con la grande orchestra, magari tardoromantica e wagneriana (appunto), dove l'emissione si dimostra robusta e convincenti le doti dinamiche. Meglio ancora se l'eventuale proprietario sarà un appassionato di generi pesanti, tipo il Rock, l'Heavy Metal e affini; lì troverà certamente grande soddisfazione. Ad ogni modo, le più varie suggestioni sonore ispirate dai molteplici generi musicali troveranno sempre una buona spalla nelle sue qualità. Mi riferisco al bilanciamento tonale, che non presta il fianco ad alcuna critica, l'impatto, la dinamica e anche una buona profondità della scena. In quest'ambito fornirà delle sicure impennate emozionali e una visione molto corporea e pragmatica del messaggio musicale.


Alfredo Di Pietro

Giugno 2020


 Modulinhalt drucken   
Copyright (c) 2000-2006   Nutzungsbedingungen  Datenschutzerklärung
DotNetNuke® is copyright 2002-2020 by DotNetNuke Corporation