Search English (United States)  Italiano (Italia) Deutsch (Deutschland)  Español (España) Čeština (Česká Republika)
Saturday, August 19, 2017 ..:: BSC Audio e Pearl Evolution al CES 2015 ::..   Login
Site Navigation

 BSC Audio e Pearl Evolution al CES 2015 Minimize

 

 

INTRO

CES 2015. BSC Audio e Pearl Evolution, due egregie realtà dell'Hi End, ognuna con il suo profilo ma simbiotiche nelle suite 29-130 dello sfarzoso Venetian Hotel di Las Vegas. Alcuni "flash" per chi non ha potuto esserci‎, certamente non esaustivi di una delle più importanti fiere a livello mondiale dedicata all’elettronica di consumo, ma rappresentativi del binomio italoamericano. Un piccolo scorcio che non vuole essere una semplice sequenza di foto, ma piuttosto una rievocazione del clima che si è respirato in quei giorni, raccontato dalla viva voce di Bret D'Agostino.

Bret D'Agostino

Bret D'Agostino è il figlio maggiore del grande Dan, ingegnere audio di fama mondiale fondatore di Krell Industries e Dan D'Agostino Master Audio Systems. Bret è stato coinvolto attivamente in queste realtà per quasi trent'anni, lavorando anche a lungo nel settore audio Pro. Il suo percorso evolutivo nella Krell è iniziato dal piano di produzione assemblaggio prodotti da zero, poi responsabile tecnico, responsabile del servizio, del supporto tecnico, e, infine, ha terminato la sua carriera nell'azienda paterna come direttore vendite nazionale.
Bret è anche un valente musicista, attivo per molti anni come bassista elettrico professionista, si è impegnato pure nell'apertura di un piccolo studio di registrazione di sua proprietà, denominato Bully Sound Company.

Ritornò in Krell nel 2004, dopo quasi dieci anni di assenza, collaborando al processo di fabbricazione della serie Evolution. Nel 2010, dopo la fondazione e il primo sviluppo della Dan D'Agostino Master Audio Systems, Bret ha creato la Bully Sound Company LLC (BSC). Fortemente orientata verso la classe A, l'azienda ha potuto avvantaggiarsi del grande patrimonio di esperienza accumulato nei suoi precedenti trent'anni di attività.
Una curiosità sul nome "Bully", usato con riferimento al suo Kiko, un bel Bull Terrier inglese bianco.

Silvano Cremonesi

Su Silvano Cremonesi, personaggio schivo quanto valoroso, credo che il popolo degli audiofili sappia già tutto. Per i disinformati sarà comunque utile ricordare che è titolare della Pearl Evolution, azienda trentina leader nella progettazione e realizzazione di dispositivi, accessori e software per la riproduzione audio. La produzione comprende le tre linee di diffusori Victor, Amie ed EnigmA, la sorprendente base Isol-Coupling e l'ancor più sorprendente trattamento per cavi, valido per connessioni di potenza, segnale, alimentazione, cuffie e strumenti musicali, molto efficace a detta di chi ne ha apprezzato gli effetti sul suono.


INTERVISTA A BRET D'AGOSTINO

Alfredo Di Pietro: Bret, possiamo considerarti come "figlio d'arte"?

Bret D'Agostino: Accetterei questa descrizione. Il fatto che mio padre è un vero artista della progettazione audio mi renderebbe figlio di un artista.


ADP: Chi naviga nel sito BSC Audio si trova di fronte a elettroniche importanti per peso e dimensioni, caratteristiche che si trovano nella classe A. In più, si presentano con una livrea molto bella. Credo fermamente che questa classe di funzionamento sia la migliore possibile. Chi è l'appassionato tipo che si rivolge alla vostra produzione?

BD: La BSC ha lavorato molto duramente per mantenere il funzionamento in classe A, togliendo alcuni degli svantaggi associati a questo tipo di standard prestazionale. I clienti attratti dalla BSC sono alla ricerca del meglio in termini di prestazioni sonore, indipendentemente dalle dimensioni o dal calore prodotto. Questi saranno allettati anche dalle tante curve e dalla natura mascolina insita nell'aspetto fisico, nonché dalla qualità costruttiva di queste elettroniche.

ADP: Che aria tirava al CES quest'anno? Potresti raccontarci brevemente le tue impressioni di una delle mostre più importanti del mondo?

BD: Il CES (Consumer Electronics Show) è molto importante per il Nord America, in quanto richiama l'attenzione a livello globale. L'ho frequentato dal 1987. Penso che quest'anno la mostra sia stata buona, ma non altrettanto su tutti gli aspetti come gli altri anni. Ciò è dovuto principalmente alle date della kermesse, dove di solito si va durante il fine settimana, attirando un pubblico diverso.


ADP: Purtroppo l'alta fedeltà in Italia non è messa molto bene. Qual è la situazione negli Stati Uniti e in altri paesi? Che cosa si può fare di più e di meglio per diffondere questa bella passione?

BD: Questa è una domanda molto buona. In America l'Hi End di altissimo livello sembra essere in vendita a un prezzo ragionevole, ma non tanto quanto gli apparecchi più accessibili. Forse questo avviene a causa dell'economia, o in questo paese abbiamo perso interesse per alcuni segmenti di acquisto. In Asia certi mercati sono molto forti, ma ancora una volta esistono dei problemi in quelle economie, come il rallentamento vendite audio. Penso che sia importante proporre oggetti maggiormente stilizzati, nel senso di più piccoli, con grandi prestazioni a prezzi migliori.

ADP: Veniamo alla suite dove suonavano le tue elettroniche e le nuove Ballerina di Silvano Cremonesi. Puoi descriverci la configurazione?

BD: Il set-up era costituito dall'amplificatore finale stereo BSC S5, pilotato dal preamplificatore BSC. La sorgente era un Music Server "PC based" che utilizzava il convertitore "The Analog DAC" della MSB Technology. Tutti i cavi sono stati forniti dalla Kimber Kable.


ADP: Come hai trovato la combinazione BSC/Ballerina? Potresti fare una breve recensione d'ascolto per coloro che non sono potuti venire allo show?

BD: Ritengo che il Ballerina sia un diffusore molto valido, dotato di un aspetto stilizzato decisamente bello. E' stato in grado di trasmettere il senso di velocità e dinamica che ci si può aspettare da sistemi molte volte più grandi, salvaguardando anche il corretto bilanciamento tonale di una registrazione vocale o di strumenti ad arco. E' stato abile a mettere in luce il senso di disinvoltura dinamica e profondità tipici degli amplificatori BSC. Il Ballerina è davvero un ottimo diffusore.

ADP: E il riscontro del pubblico visitante?

BD: Sia i prodotti BSC Audio che Pearl Evolution sono visivamente polarizzanti. In grado di attirare l'attenzione oppure risultare troppo stilizzati per il gusto di chi li osserva. Direi oltre il 75% delle persone che hanno visitano la sala è rimasto visivamente impressionato dai prodotti presenti e sorpreso dal loro livello di prestazioni.


ADP: Spero un giorno di poter conoscere meglio le tue creature Bret...
Un'ultima domanda: prevedi sviluppi futuri, e in quale direzione, della tua produzione?

BD: Sto lavorando su una serie di progetti più redditizi che farà parte della mia nuova Serie "3". Molto presto usciranno un nuovo amplificatore finale, un preamplificatore e un amplificatore integrato. Poco dopo ho anche intenzione di rilasciare una serie "5" di amplificatori integrati in classe A.


ADP: Ringrazio Bret D'Agostino per l'intervista concessami!

BD: Grazie per l'opportunità.

Alfredo Di Pietro

Gennaio 2015


 Print   
Copyright (c) 2000-2006   Terms Of Use  Privacy Statement
DotNetNuke® is copyright 2002-2017 by DotNetNuke Corporation